Sempre disponibile

85 opere di Joan Mirò a Padova

Da sabato 10 marzo, apre la mostra con l’arrivo di 85 opere di Joan Mirò a Palazzo Zabarella.
I quadri di Mirò finiti all’asta. Quella che si aprirà tra pochi giorni a Palazzo Zabarella è una mostra con una storia particolare. Una raccolta di proprietà dello Stato portoghese che è stata esposta in pubblico per la prima volta nel 2016 alla Casa de Serralves a Porto, registrando un’affluenza record di 240 mila visitatori. Le 85 opere, tra quadri, disegni, sculture, collages e arazzi, dell’artista spagnolo erano parte del patrimonio del Banco Portugues de Negocios, che fu nazionalizzato nel 2008 per una enorme crisi che ricorda quella delle banche venete.

Il patrimonio artistico era destinato a finire all’asta, per ripianare il debito dell’istituto. Ma in extremis è stato raggiunto un accordo tra lo Stato portoghese e la casa d’aste “Christie’s” per revocare il contratto di vendita e mantenere la raccolta in Portogallo. La mostra celebra sei decenni di carriera dell’artista catalano, dal 1924 al 1981. Tra le opere esposte ci sono sei dipinti del 1936 assieme ad altrettanti arazzi del 1972 e ’73, ed ancora una serie di cinque opere create per la grande retrospettiva di Mirò al Grand Palais di Parigi nel 1974.

È la prima volta che la raccolta va fuori dal Portogallo e ad accompagnarla all’inaugurazione del prossimo 9 marzo ci sarà anche il ministro della cultura lusitano, Luís Filipe Castro Mendes. Una volta finito il “tour mondiale” le opere ritorneranno a Serralves, come esposizione permanente.